Ludik

un blog

Le elezioni della razza caina

Seduto ai tavoli del bar, nella controra elettorale in cui nemmeno i candidati più incalliti osano avventurarsi a caccia di promesse, leggo un vecchio libro di Cosmo Ciaramaglia, che fu operaio e scrittore nel paesone gaetano del secolo scorso, ai tempi in cui perfino qualche ciminiera, di fronte al mare, fumava. Il libro si chiama…

Continua

Santu Raimo e Santo Dibba

Santo Dibba batte Santu Raimo. Non poteva che finire così il derby andato in scena a Gaeta, nel paesone di mare dove l’odore di santità aleggia in ogni angolo in questi giorni sudati di campagna elettorale per le comunali. C’è la santità dei volti che spuntano dalle tasche delle giacche, dai portafogli e dalle borse,…

Continua

Stare insieme a te è stata una partita

Per una coincidenza siderale tutti i pianeti si sono allineati, le porte degli universi paralleli si sono dischiuse tutte insieme, ed è successo in una di quelle domeniche di maggio con una luce fortissima, un sole che taglia gli occhi prima del tempo, una luce che è un’angoscia e una promessa. Il passato si è…

Continua

La promessa

Avanza il giovane leader, camminando nella notte illuminata dai fari delle televisioni e dalla piramide di vetro al centro del centro della capitale della nazione. Era stato proprio lui, il neoeletto, con quella faccia sveglia e affascinante da re bambino, a dichiarare qualche tempo addietro ai giornalisti che gli rivolgevano domande sul suo programma che “è un…

Continua

Il paradiso

Forse il paradiso era davvero una balconata affacciata sul mare azzurro e sul cielo blu, e il sole come un riflettore e ragazze che facevano capriole e giravano le caselle di un enorme cruciverba. Essere bambini, senza sapere di essere gli ultimi bambini cresciuti pensando al televisore come a una specie di scatola magica appoggiata…

Continua

Su le mani

Gerardino Pascali, per tutti e per sempre Dino Pascali, si è fermato all’improvviso, proprio come fanno i dj e i vocalist alle feste, col vecchio trucchetto di bloccare la musica per un istante e poi farci alzare tutti insieme le mani al cielo. E oggi siamo rimasti così, con la musica spenta, le braccia che stanno…

Continua

1 2 3 85