Ludik

un blog

La crisi d’agosto

Eravamo in vacanza, coltivavamo le nostre individuali sindromi di onnipotenza immaginando altre vite, vivendo in esotici airbnb con lo stesso spirito con cui ci si una volta stendeva sui letti e sui divani dei mobilifici Ikea, pregustando case ed esistenze ipotetiche, nemmeno da sogno, appena alternative. Non avevamo tempo per controllare pure l’hybris e i…

Continua

Antigone o Arlecchino

Non c’è bisogno di scomodare Antigone, qui siamo sempre ad Arlecchino: da che mondo è mondo ci piace fare la faccia feroce della legge con i deboli ed elemosinare un trattamento di favore con i forti, chiamare i gendarmi con i pennacchi e con le armi e nel frattempo brigare come azzeccagarbugli quando una legge…

Continua

I pionieri

Eccoli, i pionieri. Eccoli quelli che presero la loro faccia e le loro parole e le portarono in piazza, quelli che si misero in gioco, sfidando le convenzioni e la prudenza, quando anche molti di noi sarebbero stati da un’altra parte, facendo finta di niente, con un rispettabile sopracciglio alzato. Per timore di essere confusi…

Continua

Stampa e regime

Ogni mattina i giornali letti su Radio Radicale da Massimo Bordin, con il contrappunto dei suoi colpi di tosse e del raschio di mille sigarette, il fruscio delle pagine attraverso dita senz’altro scurite d’inchiostro, l’inciampo di un sospiro, disegnavano un mondo, o si ostinavano a cercare il filo dentro un mondo che forse non c’è…

Continua

Il tempo delle cattedrali

Queste fiamme, che nessuno ha appiccato e che bruciano la più sognata, la più grande, la più simbolica delle cattedrali, illuminano la nostra epoca di gattini ciechi e golosi di catastrofi. Le lacrime della commozione globale e istantanea piovono su Notre Dame ma non sono capaci di spegnere alcun incendio, mentre le nubi del millenarismo…

Continua

Fuori dal salone

Gran sabba di prosecchi e di autostima, all’ombra di boschi e sottoboschi verticali, il Fuorisalone di Milano è ormai diventato quasi più affollato del rinomato Salone del Mobile, forse perché gratis e facilmente instagrammabile. La prima foto che scatto, con l’iPhone, la faccio nella vecchia sala reale della Stazione Centrale. Esposizione di design austriaco. Ragazze…

Continua

1 2 3 91