Ludik

un blog

Il ragù di mammà

Sì, ti ho chiamato io? Ah sì, ti ho chiamato pe’ sta pasta al forno… In una pentola? È parecchia carne, lo faccio tutto adesso? Magari metà ‘mo e metà domani, mica la faccio stanotte ‘sta pasta al forno… Ci stanno grosse le pentole… Quindi lo devo rosolare qualche minuto. Sì sì sì sì, vabbuò… Quindi abbastanza cipolle, quante ce ne metto? E anche di olio la quantità… mannaggia, quanto olio ci devo mette? Eh, calcola per cinque teglie, quante bottiglie? Cinque bottiglie? Quattro bottiglie? Da un litro? ‘Ndo cazzo stanno ste bottiglie…

Noi abbiamo pigliato un po’ di carne macinata e salsiccia. E’ buono? Comunque ci va abbastanza olio, no? Eh, abbastanza, che ne so… Infatti, la salsiccia lo tira fuori l’olio… ‘Na volta rosolato che faccio? Sì, quindi le giro un po’ e poi ci metto il vino. Eh, quanto? Eh non so quante salsiccie sono per cinque teglie… Quante salsiccie so’ per teglia di solito? Ma la salsiccia va sbriciolata, la sbricioliamo noi, ma quant’è la quantità giusta? Per non mette’ troppa carne… Vabbè… Quindi il sale dopo il pomodoro, non prima. E una bottiglia di pomodoro per teglia, quindi quattro cinque… Sì sì sì… Eh lo so, poi si asciuga… E quindi messo il pomodoro che bisogna fa’, bollire? Aspetto che bolle? Deve bollire, no? Ah e come me ne accorgo quand’è che ha finito di cuocere? Quindi dopo una mezz’ora lo spengo e ‘na volta che spengo lo spengo… Poi per la pasta la devo lasciar cuocere metà del tempo? Ok, quindi la pasta la cucino tutta insieme? Sì sì, secondo te è un… secondo te ogni teglia quanta pasta ci vuole come quantità… Sono abbastanza larghe…

Qua c’è scritto dodici porzioni, è grande. Forse è un poco più bassa di quelle che c’hai tu. Quindi un chilo di pasta? E poi quella però gonfia quando la cuoci… Quindi quando poi uno va a riempire la teglia non va fatta punta punta, sennò poi… Eh, aspetta che ‘mo lo segno… Come la riempio ‘sta teglia? Sì, esatto… La pasta, bollita, la devo subito mettere nelle teglie oppure la posso… No, no, quindi la devo fa’ subito? Noi vogliamo fa’ che dobbiamo solo scaldà la sera… Quindi dimmi piano piano… Con la teglia vuota metto solo il sugo, esatto, sì… Uno strato di pasta o la riempo la teglia? No, io questo volevo sapè… Ah, la mischio? Eh, io questo volevo sapè, la mischio col sugo di sotto. Sì sì, faccio così… Quindi tutti sopra gli ingredienti? Noi pensavamo di mettere…

Eh, che dici tu? Cioè, sugo sotto, pasta col sugo sopra e poi li mischio? Ingredienti sopra? Mozzarella, prosciutto e basta credo… Ma il prosciutto crudo o cotto? Giusto, c’hai ragione, cotto, cotto. Ah, l’uovo! L’uovo! Eliminando la ricotta, l’uovo quando va messo? Eh… Quante uova bisogna usà? Un uovo per teglia? Eh, la mischio col sugo e poi ci faccio cadè l’uovo sopra… Sì, uniforme, certo… Ma si hai ragione, meglio la ricotta che il prosciutto, allegerisce e costa pure di meno. Poi dopo li… Parmigiano, mo’ domani mattina lo vado a comprà il parmigiano. Quindi messi ingredienti e l’uovo io ricopro col sugo; e poi rimischio? No? Li mischio ancora dopo quindi? Quelli poi sennò non riescono ad andare sotto, ad insinuarsi sotto… La mozzarella mica ce la fa ad insinuarsi sotto… Quindi il sugo la deve condire tutta diciamo?

Uno poi quindi mette nel forno, sì sì. A quanti gradi? A quanti gradi conviene tenerlo? Duecento? Ci sta il fuoco, sì. Quindi quanti minuti? Cioè dopo venti minuti la tiro fuori e aggiungo il sugo? Ah! Eh sì sì sì. Quindi poi è pronta, poi la metto in frigorifero e poi la sera quanto tempo la devo scaldà? Eh sì, pure qua mi sa. Cioè no, c’è la fiamma… Una ventina di minuti… Sì, ok, vabbè. Sì, facciamo tutta robba così, pizze salate, sì. Vabbuono, quindi più di un chilo per teglia faccio? Vabbuò. Devo comprare ancora le bottiglie, la pasta c’è… Cosa? Sì sì sì… Ciao ma’, vabbè… Ah, ah, bello. Ah… Chi è stato? Ah, però, e che c’ha regalato? E quant’era grande ‘sto coso? Ah… Lo so, sarebbe stato bello portare qualche dolce tipo gli struffoli, ma qua ‘ndo li trovo. Ehh, lo so… Vabbuò che c’azzecca quello mo’, infatti… Vabbè, ciao. Mo vedo se lo faccio stasera. E grazie, comunque parecchia roba, parecchi soldi, eh… Mica puoi fa’ affidamento su quello che portano gli ospiti… Tu devi fa trovà la roba. Devo comprà due tre panettoni… Un po’ di frutta secca… Eh qua so’ sempre fraciche le castagne del prete… I datteri poi voglio comprà pure… Domani faccio un po’ di spesa. Ma che ne so… Vabbuò, ciao ciao.

Luca Di Ciaccio • 19 dicembre 2007


Previous Post

Next Post