Ludik

un blog

La neve nelle vetrine dei negozi

La neve esiste solo nelle vetrine dei negozi, dove la gente entra senza comprare. Alcuni dicono che non faranno regali, al massimo dei pensierini. Ma si può vivere in una comunità che si scambia pensierini di Natale e dice: giusto una sciocchezza? Ho visto persone scartare i regali e rigirarseli tra le mani perché non riuscivano a capire in nessun modo cosa fosse e a che cosa servisse l’oggetto che avevano in mano, e coloro che lo avevano regalato che continuavano a dire: hai capito cos’è? Altri aggiungevano frasi come: non dovevi disturbarti; è molto bello, ma si può cambiare? ecco perché mi avevi detto che non dovevo comprarlo!

Ora ci sembra di dover stare tutti più dritti con la schiena, sotto una sferzata gelida di rigore, per tanto tempo implorato, ora temuto. Nuvole di pensierini vagano sulle nostre teste. Sull’internet vedo la foto di un Babbo Natale arrestato e trascinato via a forza da dei poliziotti cileni. Mio padre, di là, mostra a mia nonna il frigorifero nuovo. Le lucine dell’albero disegnano strane ombre sulla mia stempiatura. E io vorrei restare in ammollo tiepido nel brodo dei miei dissapori familiari, delle mie liste di regali e di impegni inevasi, nell’istante di sollievo in cui una commessa, con un unico affilato colpo di forbici, arriccia alla perfezione il nastro di un pacco regalo comprato all’ultimo minuto. Esco, fuori è una notte sfavillante e vuota.

natale

Luca Di Ciaccio • 24 dicembre 2011


Previous Post

Next Post