Ludik

un blog

Nuvole di preti

L’arcivescovo nuovo ha la faccia da sergente dei marines, i capelli pure, l’aria di uno con poche ciance, poca fuffa, poca posa aristocratica. Ma nella foto non si vede, c’è solo questa nuvola bianca di preti che cammina per le via della Gaeta medievale, tonache che svolazzano sopra il basolato nero borbonico, sotto i castelli…

Continua

Il sonno dell’usciera, il sonno della ragione

L’orologio segna mezzogiorno e cinque, il quadro alla parete è una copia di mille copie di un vecchio dipinto in bianco e nero del santuario dell’Annunziata, i calendari sono due, appesi alla parete, si coprono e si confondono a vicenda come le scadenze, un attaccapanni vuoto, un avviso su come maneggiare un’estintore, un filo elettrico rosso che…

Continua

Memorie urbane

Decine, centinaia di segni ha la città. Forse saranno uno per ogni giorno dell’anno, potrei affacciarmi a un davanzale diverso ogni mattina, col sole e con la pioggia, col vento e il rumore del mare grosso o con il caldo e lo sbattere delle ciabatte sull’asfalto, e ogni volta constatare il degrado lento dello splendore,…

Continua

Il quartino della sora Pina

Gli uomini partono per mare, marinai e capitani di lungo corso, e le donne restano in paese, governando case e prole, investendo le rimesse che arrivavano dalle navigazioni in beni più che mai solidi e immobili. “Gliu’ quartin”, l’appartamento. Così si faceva un tempo. Case su case, mattoni su mattoni. Senza rischi d’impresa,  ambizioni fuori luogo,…

Continua

Era un pazzo, no era un eroe

Mario Piccolino una manifestazione come quella di ieri sera in suo onore, per le strade del centro di Formia, non se la sarebbe persa per nulla al mondo. Sarebbe stato lì in mezzo con la sua reflex a scattare foto a tutti, senza chiedere permesso a nessuno, accecando le persone col flash e cogliendole in quell’attimo…

Continua

La strada chiusa

Qualcuno aveva pensato di usarla come scusa davanti ai bambini delusi sotto l’albero. Quest’anno Babbo Natale non ha fatto in tempo, la strada è chiusa. Oppure è arrivato tardi, che sull’Appia adesso c’è un traffico che non ti dico. Anzi, poveretto, lui i regali li aveva fatti ma poi ha avuto un incidente al curvone tra…

Continua

1 2 3 4 20