Ludik

un blog

Smarginatura

Forse nella bassa padana non usa, ma volevo dire che la “smarginatura”, come la chiama Elena Ferrante nei suoi romanzi, stanotte l’ho provata anche io. Solo che a Lila, l’amica geniale, è successo su una terrazza di Napoli circondata da razzi e tric trac del Capodanno 1958, “in mezzo ad esplosioni violentissime, nel gelo, tra…

Continua

Si sente vecchio?

In una della sue ultime interviste a Bernardo Bertolucci viene chiesto: si sente vecchio? E lui, rievocando Ultimo tango a Parigi, risponde: «Lo sa anche lei. Il tempo non esiste. Sono vecchio davanti all’insondabile mistero degli smartphone. Sono vecchio come allora, diciamo la verità, mi appariva Brando. Mi sentivo più vicino a Maria Schneider e…

Continua

Acquasanta

Il monaco infila il volto tra gli stipiti della porta socchiusa, la vecchia chiesa dorme nella calura di un pomeriggio d’agosto, tra rampicanti e macerie di case che furono. Un accenno di canto penetra nell’edificio chiuso a chiave, scava nel buio tra i banchi e l’altare senza luce, fino al crocifisso e al tabernacolo ricoperto…

Continua

Trasfigurazione d’identità

L’impiegato dello sportello comunale si sporge per guardare meglio: l’altezza, il colore degli occhi e quello dei capelli superstiti, inutile contraddire, distinguere, specificare. Intanto la plastica che foderava la vecchia carta di identità ha assorbito i colori, i tratti somatici, i contorni dell’io di qualche anno fa, come una sindone, una trasfigurazione di me stesso,…

Continua

Il tramonto dei vecchi

Pianure screpolate, occhi secchi, fiumi aridi, ricordi polverizzati, sorgenti prosciugate, speranze evaporate. Forse lo scorrere del tempo era solo un’illusione. Ti sembra questa una stagione di fuochi, di incendi, di fumi visti in lontananza. Di posti vuoti lì dove c’era un bosco, una foresta, una persona che amavi. Forse era un fuoco, oppure una lanterna,…

Continua

I sette pianeti

Sette mondi, sette pianeti appena scoperti ma io non saprei che farmene. La terra, la Prenestina, il pavimento di casa, il corridoio dell’ospedale, la macchina che passa veloce come un’astronave e da cui arriva una ventata di musica elettronica, la webcam accesa in piena notte, sono tutti posti in cui già sto tante volte senza…

Continua

1 2 3 19