Ludik

un blog

Pignetismi

Al bar Necci, al centro del Pigneto, si celebra in una sera di maggio il santo patrono del quartiere: Pier Paolo Pasolini. Struscio di hipster e radical chic fra le casupole basse e le villette oggetto del recente desiderio immobiliare, giostre di performing art e fuochi d’artificio con sonoro originale delle scene migliori di Accattone e Mamma Roma….

Continua

Gabbiani di città

Un tempo i gabbiani volavano ad ali spiegate in tanti quadri e poesie di artisti un po’ naif, si libravano nel cielo azzurro, sotto nuvole bianche e mari infiniti, nell’armonia più ingenua, come virgole di un discorso misterioso, annunciavano libri con pretese di saggezza o sigle di spazi televisivi autogestiti. Adesso invadono il cielo cittadino,…

Continua

La grande bruttezza

Tra la bellezza metafisica e la bruttezza fisica si vive nella capitale, sentendosi come facce di ostaggi e di rapiti appesi a turno fuori dalle finestre del Campidoglio, innocue prede di amministratori ora rapaci ora disorientati, consolati dal rossastro delle facciate dei palazzi, quello delle dimore nobiliari in centro come delle edificazioni caltagironiane aggrappate al…

Continua

Scene da un manicomio

Le porte, i cancelli, le recinzioni. Adesso in questa che fino a un quindicina d’anni fa era “la città dei matti” gli unici confini sono quelli dell’abbandono. Palazzi sbarrati, porte murate, finestre cieche, cancelli mangiati dall’erba e dalla ruggine. Lì c’è il cancello d’ingresso. Ogni volta che lo varcavamo, racconta Adriano Pallotta, infermiere in pensione, dovevamo…

Continua

Il blues del gazometro

L’uomo del gas col pizzo grigio, gli occhiali scuri, la giacca rossa, il cappello nero da bluesman tira fuori l’armonica, la poggia sulla bocca e si mette a suonare. Le note fuggono via come gas. Nella pancia di uno dei vecchi gazometri, al posto dell’acqua e dell’aria, c’è un garage. Suono il blues, dice l’uomo del…

Continua

Dall’altra parte della città

Quando arrivi a Roma capiti in quartiere e quello diventa subito il tuo sguardo sulla città, il punto da cui misuri tutte le distanze, il centro del tuo universo. E cominci a spostarti nei quartieri vicini, poi azzardi un passo più in là. Ci metti anni ad arrivare, prima o poi, per caso o per sbaglio…

Continua

1 2 3 4 5 6 12