Ludik

un blog

Gli anni dell’università

Un’aria molle e grigia quasi nasconde il punto in cui viale dell’Università incrocia viale delle Scienze.  Poi, davanti alle colonne massicce dell’ingresso mi investe la solita nostalgia. Senza nessuna ragione precisa. Senza nessuna ragione seria. Chi non è mai stato qui si riconosce dall’impaccio con cui prende confidenza con i luoghi. Deferente e spaesato, domanda, si…

Continua

Breve epistolario di un laureato

“Caro Alberto, la discussione della tesi poi è andata benissimo, e come al solito mi sono fatto riconoscere. Ho elogiato il Cav. urbanista, detto una parolaccia, polemizzato con relatrice, mostrato le mie foto metafisiche di Milano Due, conquistato pubblico (critica non so). Devo ammettere che non mi è andata male, visto che mi hanno dato il…

Continua

Quasi eterno studente

“Mentre mi accingo a scrivere queste righe di conclusione della mia tesi di laurea, sui giornali online e in tv assisto alla notizia delle decine di chilometri di automobilisti in coda, in direzione degli outlet e dei centri commerciali di periferia. Posti dove non si va solo per comprare e consumare, ma per uscire di casa,…

Continua

Studentesse di piazza Bologna

L’altro giorno ripassavo da piazza Bologna. A piazza Bologna c’è una panchina che è la prima panchina dove mi sdraiai disperato, ma davvero disperato, in una notte romana, mi ero trasferito da poco. A piazza Bologna, in una di quelle mille traverse nei pressi, c’è la prima casa dove venni ad abitare da studente fuorisede nella…

Continua

Matricole

Un sabato sera finisco a vagare tra palazzi numerati e tunnel infiniti del Mit, ovvero il Massachusetts Institute of Technology. Le porte sono sempre aperte, sembrano vecchi portoni di legno poi a sopresa si aprono automaticamente appena ci stai davanti. Non ci sono guardie, tessere, portinerie o tornelli: ognuno entra e va dove vuole, giorno e…

Continua

Pezzi di carta

E’ una giornata strizzata e umida di luglio, una giornata di quelle in cui ho rischiato di farmi spremere come un limone a un esame cui non mi sentivo per niente preparato, e allora ho deciso di sgaiattolare fuori dall’aula, dribblare gli ombrelloni bianchi addobbati del servizio di orientamento per maturandi indecisi (pare abbiano bocciato poco…

Continua