Ludik

un blog

Trionfi e lamenti

Trionfi e lamenti si accumulano su Roma, sotto le gigantesche figure stampate sul muraglione tra ponte Mazzini e ponte Sisto, affianco a quel Tevere che solo a tuffarsi potrebbe uccidere, oppure trasformarci tutti in supereroi di periferia, che non sanno bene che farci con tutti quei superpoteri (“ma te sei ‘n supereroe, mica poi anna’ a…

Continua

Seven Up

Adesso è un luogo maledetto. Sono i resti di una colonia spaziale abbandonata, un’astronave che una notte d’estate tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta atterrò in mezzo a campagne ancora contadine e non riprese più il volo, è la vita come se la ricordano i morti ritornanti, a metà strada tra Mad…

Continua

Una Cambogia

Attendere il monsone a bordo piscina dell’albergo, assaporando le nuvole sempre più scure, come i vecchi inviati nell’Indocina. Ma questa aria cupa, immobile, mi intimorisce. C’è un’atmosfera di attesa, il cielo che vira verso il grigio, il violaceo, infine quasi il nero. Un crepuscolo fuori orario. Il soffio del vento che scuote le palme. Il…

Continua

Ti ricordi Angkor

Assolutamente cominciare dalla Cambogia, disse l’amica Eleonora cui si chiedevano consigli per il primo viaggio in Asia, enumerando l’incredibile paesaggio dei templi nella giungla, la devozione al buddhismo intriso di tradizioni animiste, i colori delle campagne ravvivate dalle piogge, l’incredibile gentilezza di un popolo nonostante il passato di tragedie e privazioni, la lentezza, la delicatezza dei modi,…

Continua

Bangkok

Bangkok mi assale. Sarà lo shock culturale, il caldo da sauna, il jet-lag, l’Asia (devi andarci prima o poi, dicono tutti), sarà che mi avevano detto che sembrava Napoli, e i tassisti se vuoi andare in un posto ti chiedono cosa ci vai a fare e poi dove ti portano lo vogliono decidere loro, saranno…

Continua

Il paese che non c’è più

Non ho sentito la scossa. Al risveglio arrivano gli “stai bene” sul telefono e “il mio paese non c’è più” che un sindaco dice alla televisione, negli occhi stropicciati dei giornalisti buttati già dal letto. Primi e semplici cittadini ripetono questa frase, così semplice e così atroce da capire. Come fa un paese a non…

Continua

1 2 3 4 86