Ludik

un blog

Out of Town News

E adesso quell’edicola al centro di Harvard Square, che certe mattine pareva somigliare a un vecchio mausoleo, e che altre mattine mi sembrava una piccionaia da cui tutti gli uccelli sono già scappati, quasi sicuramente chiuderà. E’ la mia penultima mattina che passo da qui, mi ci fermo come ho fatto quasi ogni giorno negli ultimi…

Continua

In God We Trust, mano nella mano

Foglie morte e televisori abbandonati sui marciapiedi di Cambridge, la domenica mattina. Sento echi di gloria e di alleluja che arrivano dai finestroni di edifici che a ogni nuovo angolo scopro essere chiese, delle più variegate confessioni. Ne supero un paio, poi alla fine ne trovo una, apro una porta, mi ritrovo in mezzo a dei…

Continua

Matricole

Un sabato sera finisco a vagare tra palazzi numerati e tunnel infiniti del Mit, ovvero il Massachusetts Institute of Technology. Le porte sono sempre aperte, sembrano vecchi portoni di legno poi a sopresa si aprono automaticamente appena ci stai davanti. Non ci sono guardie, tessere, portinerie o tornelli: ognuno entra e va dove vuole, giorno e…

Continua

Italiani d’America

“Per tre mesi d’inverno qui è pieno di neve, dunque è difficile uscire di casa, e poi sai che molti di noi qui hanno ormai una certa età, l’età dei nostri padri e madri che hanno patito tanto, e insomma you know, d’inverno di meetìng non ne facciamo” mi dice il figlio che presiede l’associazione dei…

Continua

Welcome in America

La casa è di legno giallo e guarda verso occidente. All’incrocio tra Windsor Street e Lincoln Street, per la precisione. Ha una porta verniciata di bianco, un paio di bandiere americane piantate in mezzo ai cespugli, quattro metri di giardino poco curato e un’entrata sul retro. Quando torno la sera intravedo dalle finestre accanto uno stanco…

Continua