Ludik

un blog

Il papa Francesco

Questo sarà un rivoluzionario, fidati di me, mi dici quando lo vedi uscire fuori dal balcone che sta dentro la piazza, e che sta dentro i mille schermi di diecimila telefoni stretti nel pugno di un milione di mani, e che sta dentro il nostro televisore poco lontano. Ma che ne sai tu cosa è…

Continua

Sede vacante

A Roma arrivano i nuovi deputati grillini per fare il governo e a Roma arrivano i cardinali per fare il papa. In quanto tempo ci riusciranno, nell’uno e nell’altro caso, è inutile dire e ancor di più prevedere. Ma butta male, non è aria, vai a sapé, come si dice in questa città spietata per la…

Continua

Il ballo del potere

Non so cosa passerà nella mente del prossimo che si affaccerà al balcone più alto o del prossimo che giurerà su una costituzione o una bibbia qualsiasi, la vertigine del potere da brividi inconsulti soprattutto a chi se ne vuole credere immune, tant’è che in molti continuano a confondersi a proposito di quella vecchia massima…

Continua

La grande rinuncia

Il papa se ne va ma non muore. Tra il colonnato muto e gli applausi smarriti della piazza, al penultimo Angelus, il papa che non è più papa sembra a tutti rilassato, come libero da un peso troppo grande per le sue spalle: “Continuate a pregare per me, per la chiesa e per il futuro papa”….

Continua

Le dimissioni del Papa

Volevo andare in piazza San Pietro a guardare, ma avevo impegni di lavoro, non riuscivo a staccarmi né dai miei doveri né dal mio stupore, che in fondo era l’ultimo stupore che ancora mi mancava, quello che fa crollare le frasi fatte dette agli amici quando si lasciano – dai, morto un papa se ne…

Continua