Ludik

un blog

Le elezioni della razza caina

Seduto ai tavoli del bar, nella controra elettorale in cui nemmeno i candidati più incalliti osano avventurarsi a caccia di promesse, leggo un vecchio libro di Cosmo Ciaramaglia, che fu operaio e scrittore nel paesone gaetano del secolo scorso, ai tempi in cui perfino qualche ciminiera, di fronte al mare, fumava. Il libro si chiama…

Continua

Santu Raimo e Santo Dibba

Santo Dibba batte Santu Raimo. Non poteva che finire così il derby andato in scena a Gaeta, nel paesone di mare dove l’odore di santità aleggia in ogni angolo in questi giorni sudati di campagna elettorale per le comunali. C’è la santità dei volti che spuntano dalle tasche delle giacche, dai portafogli e dalle borse,…

Continua

Le comunali gaetane nel condominio del sindaco

Adesso ho un sindaco del Pdl come vicino di casa. Non so se ciò possa valermi almeno come motivo di detrazione dell’Imu. A differenza delle tasse, in democrazia i conti tornano sempre. 64,1 contro 35,8, per esempio, è un risultato percentuale che lascia poco spazio a dubbi, quando i seggi del ballottaggio gaetano si chiudono. E…

Continua

La solitudine del sindaco

“Ti ricordi quando c’erano tutti che mi festeggiavano, e c’era la fila per abbracciarmi, quelli che mi avevano votato e pure quelli che non mi avevano votato, anzi soprattutto quelli che non mi avevano votato e ora mi dicevano che avevano sempre creduto in me, e io dissi sul palchetto in piazza che sì, adesso ho…

Continua

Un voto al metro

Il candidato sindaco è visibilmente gasato, come chi ha preso la rincorsa prima di schiantarsi dentro a un’urna elettorale appena aperta o di afflosciarsi nell’abbraccio di una fascia tricolore. Sui manifesti appesi ai muri la sua foto è rimasta la stessa delle precedenti campagne di partito e di paese, di provincia e di regione. È eccitato,…

Continua

Le comunali gaetane al tempo di Monti

Adesso fanno tutti i tecnici, o al massimo fanno i civici, anche nella piazza gaetana, col palco dei comizi che guarda il mare (e l’imponente nave da guerra americana lì parcheggiata). “Certo che sono civico, diamine, sono vent’anni che faccio liste civiche” ti dice il professor Cicconardi col golfino blu, l’aria blasé e la lista piena…

Continua

1 2 3