Ludik

un blog

Mascherine dimenticate

Ogni tanto quando esco di casa ancora mi dimentico della mascherina. Mi ricordo del portafogli, del telefono, delle chiavi, pure dei fazzoletti, poso la mano sulle tasche come faccio da sempre per controllare che ogni cosa sia al suo posto, poi scendo due piani, intravedo la luce della strada che sta lì fuori, questa luce…

Continua

Risvegli post-quarantena

Primo NON sogno della fase 2. Attraverso in bicicletta il centro di Roma, sembra di stare in una domenica d’agosto degli anni cinquanta. Gli uffici e i negozi chiusi, qualche bar aperto con il titolare appoggiato sulla porta, mentre fuma una sigaretta e si guarda attorno, rade automobili, ragazze che pedalano. In un vicolo di…

Continua

Sogni in quarantena

PRIMO SOGNO. Sono a casa a Gaeta e ho in mano una busta delle analisi dove c’è scritto che sono positivo al coronavirus. Sono spaventato perché so che nel giro di poco verranno a prendermi. Esco di casa e indosso una sciarpa enorme e un cappello per non farmi riconoscere perché in paese tutti già…

Continua

Navigando sui tetti

Le terrazze condominiali, irte di cammini e antenne, sono velieri nel mare di silenzio che si estende a perdita d’occhio, tra le onde di cinguettii che risuonano senza sosta, la scia di un’automobile solitaria passa in lontananza, ogni tanto un elicottero rapace vola in cielo nei giorni di festa. Dalle prue degli altri condomini si…

Continua

Cornacchie e fili d’erba

Le strade vuote, le case piene. Dagli schermi entrano gli amici, i parenti, gli amori lontani, ma pure gli sconosciuti, i famosi in crisi di astinenza, i cantanti, gli attori. Il cielo qui fuori è tornato azzurro in un istante, senza di noi, senza la nostra furiosa vitalità, senza tutto il male e tutto il…

Continua

Fino a qui

Come siamo arrivati fin qui? Me lo chiedo guardando i balconi, fino a ieri da lì si cantava, ora si lanciano urla contro gli incauti passanti. Le strade vuote che parevano una poesia in potenza anche per i meno ispirati ora sembrano vialoni in attesa di cortei lugubri. L’uomo accanto in fila al supermercato non…

Continua

1 2 3 94