Categoria: Momenti

  • Adulto e vaccinato

    Adulto e vaccinato

    Ricominciare senza ricordare, forse, non è così terribile. Ascolto le istruzioni del dottore – scopri il braccio, non sentirai l’ago, resta dieci minuti ad aspettare – mentre mi siedo davanti a lui, provo a non ricordare che è lo stesso dottore con cui pochi mesi fa ci mandavamo messaggi ad ogni ora del giorno e […]

    Leggi tutto

  • Sanpa

    Sanpa

    Io avevo otto, dieci, dodici anni, però mi ricordo. Mi ricordo dei drogati, li chiamavano così, mi ricordo che si potevano vedere, anche in provincia, su certe panchine, parchi, muretti, marciapiedi, con i giubbotti di jeans un po’ laceri, gli occhi persi, i capelli spettinati. Avevano attraversato una porta da cui poteva passare chiunque, il […]

    Leggi tutto

  • Ci vorrebbe un miracolo

    Ci vorrebbe un miracolo

    Ci vorrebbe un miracolo, la scritta appare su manifesti anonimi, non firmati, sfondo di un rosso profondo come le zone in cui per decreto non ci si può muovere, evidenziata su sfondo bianco la parola “miracolo”. Li vedono tutti o non li vede nessuno, camminando veloci carichi di buste e spese, regali e foglietti con […]

    Leggi tutto

  • L’estate in miniatura

    L’estate in miniatura

    Sognavo un’estate piccola così, in un’Italia affollata come una casa dove c’è una festa con gli amici che aspettavi di rivedere, con i Musei Vaticani in cucina, Ortigia in salone, piazza San Marco nel lavandino e un giardino troppo stretto per ospitare tutti. Un’estate romantica e un po’ mitomane come certi lidi romagnoli. Già che […]

    Leggi tutto

  • Mascherine dimenticate

    Mascherine dimenticate

    Ogni tanto quando esco di casa ancora mi dimentico della mascherina. Mi ricordo del portafogli, del telefono, delle chiavi, pure dei fazzoletti, poso la mano sulle tasche come faccio da sempre per controllare che ogni cosa sia al suo posto, poi scendo due piani, intravedo la luce della strada che sta lì fuori, questa luce […]

    Leggi tutto

  • Risvegli post-quarantena

    Risvegli post-quarantena

    Primo NON sogno della fase 2. Attraverso in bicicletta il centro di Roma, sembra di stare in una domenica d’agosto degli anni cinquanta. Gli uffici e i negozi chiusi, qualche bar aperto con il titolare appoggiato sulla porta, mentre fuma una sigaretta e si guarda attorno, rade automobili, ragazze che pedalano. In un vicolo di […]

    Leggi tutto